Affidamento minori

Affidamento minori

Scritto da | il 07 maggio 2013 in Diritto di Famiglia -

Si deve distinguere tra affidamento dei figli minori nella separazione/divorzio e affidamento cd. etero-familiare di un minore. Quest’ultimo si verifica quando il tribunale ordina l’allontanamento del minore dalla famiglia e la sua collocazione in un contesto diverso, come una comunità familiare o una famiglia affidataria.

L’affidamento dei figli in caso di separazione e di divorzio deve tutelare in primo luogo il minore, garantendo il rispetto dei suoi diritti relazionali ed educativi.

Lo Studio Legale Rita Rossi presta particolare attenzione a questi aspetti, offrendo in materia un servizio qualificato di consulenza legale per individuare la migliore soluzione alla regolamentazione dei rapporti tra genitori e figli, e un servizio accurato di assistenza legale per favorire un accordo tra le parti e limitare il disagio subito dai figli.

L’affidamento dei figli minori nella separazione, nel divorzio e nei casi di cessazione della convivenza tra genitori non sposati è un profilo molto delicato e deve essere affrontato con modalità adeguate.

La regolamentazione dell’affidamento, in fase di separazione o divorzio coinvolge poi la definizione delle regole riguardanti il mantenimento dei figli e l’assegnazione della casa familiare.

Ogni situazione familiare deve essere analizzata a fondo per ideare piani di intervento mirati e personalizzati.

 

 

L’esperienza settore del diritto di famiglia maturata negli anni dagli avvocati dello Studio è un valore aggiunto per il cliente.

Vale ricordare che la tipologia di affidamento genitoriale costituente oggigiorno regola generale è:

  • l‘affidamento condiviso: esso comporta l’esercizio paritario della potestà genitoriale da parte di entrambi i genitori, senza cioè il prevalere di uno rispetto all’altro nelle decisioni che riguardano la vita dei figli.

In via del tutto eccezionale, e soltanto quando viene accertato che l’affidamento condiviso è pregiudizievole al figlio, il giudice può disporre:

  • l’affidamento esclusivo, ad uno soltanto dei genitori

La delicatezza della materia richiede preparazione e serietà soprattutto a tutela dell’interesse dei minori. Perseguire realmente  tale interesse costituisce un punto fermo nella filosofia dello Studio.
Gli avvocati dello Studio ti affiancheranno professionalmente anche nella gestione delle problematiche relative all’ affidamento etero-familiare, che si presentano allorchè vengano aperti procedimenti per l’accertamento dello stato di abbandono di un minore.

L’ assistenza legale riguarda dunque anche i procedimenti volti all’accertamento e dichiarazione dello stato di adottabilità di un minore.

Si tratta di procedimenti molto complessi e problematici che richiedono un approccio estremamente qualificato da parte del professionista oltrechè tempestività e determinazione nelle iniziative giudiziali da intraprendere.

Per garantire un’assistenza completa lo Studio sostiene inoltre il cliente nelle azioni di risarcimento danni a tutela dei diritti inviolabili della persona che siano stati ingiustamente lesi dal comportamento illeggittimo dell’altro genitore o di un operatore.

Lo Studio presta assistenza anche nei procedimenti che si svolgono davanti al Tribunale per i Minorenni, aventi ad oggetto la decadenza o la limitazione della potestà genitoriale a carico di uno o di entrambi i genitori di un minore.

Questi procedimenti vengono attivati su richiesta del pubblico ministero oppure da uno dei genitori nei confronti dell’altro, in presenza di gravi violazioni dei doveri genitoriali e di condotte che arrecano grave pregiudizio al figlio.

L’iniziativa in tal senso di uno dei genitori deve essere attentamente valutata con l’ausilio di un avvocato preparato in questa delicata materia, potendone scaturire conseguenze importanti per gli interessati.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *